Google News sotto Inchiesta

L’Autorithy italiana che regolamenta la concorrenza ha aperto un’inchiesta su Google News Italia per abuso di posizione dominante. La notizia era apparsa su Repubblica, ma oramai ha già fatto il giro della rete.
L’Authority intende “verificare se i comportamenti della società, in considerazione della sua indiscussa predominanza nella fornitura di servizi di ricerca online, siano idonei a incidere indebitamente sulla concorrenza nel mercato della raccolta pubblicitaria online e a consolidare la sua posizione nella intermediazione di spazi pubblicitari“.
L’oggetto del contendere sarebbe proprio le modalità di inserimento delle notizie dentro Google News, praticamente se un fornitore di contenuti non vuole far pubblicare le sue notizie dentro Google News, questi non indicizzerebbe anche le pagine, non mostrando quelle pagine durante le ricerche da parte degli utenti.
Googolopoly?Google Italia non si scompone. Stamane i legali dell’azienda hanno ricevuto la notifica ed ora la stanno studiando. “Stiamo raccogliendo ulteriori dettagli, benché sappiamo che la notifica sia relativa a Google News, un servizio che porta traffico e utenti ai siti dei giornali“, ha dichiarato un portavoce del motore di ricerca.
Dietro tutto questo ci sarebbe la FIEG – la Federazione degli Editori. “Google impedirebbe agli editori di scegliere liberamente le modalità con cui consentire l’utilizzo delle notizie pubblicate sui propri siti internet. I siti editoriali che non vogliono apparire su Google News verrebbero infatti automaticamente esclusi anche dal motore di ricerca Google” si legge nella notifica. Il Garante intravvederebbe inoltre “possibili effettivi distorsivi sul mercato della raccolta pubblicitaria online“.

Sicuramente seguiremo gli svliuppi dell’intera vicenda, ma due considerazioni vanno fatte. La prima riguarda la presunta posizione dominante di Google, che comunque si è consolidata nel tempo, soprattutto per i meriti dell’azienda di Mountain View.
Riguardo poi la nostra Antitrust, c’è da dire che sicuramente è giusto indagare per verificare irregolarità ed infrazioni, ma guardando alla storia recente non mi sembra che Google abbia molto da temere. Oppure qualcuno vuole aprire un mercato senza investire?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: